La casa è uno dei beni rifugio più importanti per gli italiani, il suo costante valore sul mercato la rendono un investimento fondamentale in tempi di incertezze. Proprio per evitare che questo patrimonio vada in frantumi da un momento all'altro diventa necessario sottoscrivere un'assicurazione a tutela dei risparmi e dei sacrifici di una vita. Infatti, i rischi esterni e le possibili responsabilità personali potrebbero causare dei danni tali per cui bisogna trovare il modo più sicuro e conveniente per proteggere le case di proprietà e il loro contenuto. A tal proposto si può trovare un'assicurazione online in grado di soddisfare le esigenze dei proprietari, che vanno al di là del sopperire ai danni all’abitazione, ai danni arrecati a terzi e ad altre controversie legate all'abitazione.

Le diverse soluzioni per le diverse assicurazioni sulla casa

Tra le tante polizze la maggior parte riguardano i casi più probabili come il furto e l'incendio, ma questi rappresentano solo una parte dei possibili pericoli che potrebbero interessare e distruggere una dimora. Tra le assicurazioni online potete, quindi, trovare quelle riguardanti le case in affitto. Una garanzia di rilievo per tutti gli imprevisti che gli inquilini rilasciano in un'abitazione che occupano per un periodo di tempo. Il 'padrone di casa' si trova spesso a dover riparare dei danni ingenti alla fine di un rapporto affittuario per cui una polizza ben sottoscritta può rassicurare qualsiasi rischio locativo.
Un altro tipo di assicurazione sulla casa riguarda i possibili danneggiamenti a persone e a cose dovuti ad un terremoto. È questo un importante elemento da considerare soprattutto per chi acquista una proprietà in zone ad alta sismicità. Questa polizza tutela l'immobile per un'eventuale ricostruzione e supporta le spese dovute ad infortuni, in attesa degli aiuti statali.
Negli ultimi anni, invece, è diventata di vitale importanza la sottoscrizione di un'assicurazione per i pannelli solari. Ci sono delle compagnie assicurative che proteggono gli strumenti che producono energie alternative, in particolare, si occupano di sovvenzionare i danni causati da eventi atmosferici, come vento, pioggia grandine, temporali, fulmini o eventuali sabotaggi o incendi, furti, atti di vandalismo o sovratensioni elettriche.

Tipologie per tutte le eventualità

Le compagnie assicuratrici propongono diverse soluzioni polizza per la casa. Tra le principali tipologie di assicurazioni casa vi sono:

  • la polizza furto che protegge il proprietario dell'immobile dai danni derivanti dalla perdita dei beni rubati e dai danni prodotti dallo scasso o i danneggiamenti agli oggetti custoditi in casa;
  • quella contro calamità naturali assicura l'interessato dai danni provocati da fenomeni naturali (terremoto, innondazione, ecc...) nella propria abitazione;
  • quella contro per i guasti da riparazioni estende la copertura includendo delle garanzie complementari legate alle utenze del gas, acqua o elettricità e copre eventuali riparazioni o altri danni indiretti nel caso di guasti generici che richiedono l'intervento di un professionista, ad esempio un elettricista o un idraulico;
  • la polizza per la responsabilità civile casa compre i danni provocati in modo non intenzionale dall'assicurato o dalla sua famiglia nei confronti di terzi quando si trovano all'interno o nelle vicinanze della propria abitazione;
  • quella multirischio casa offre in un unico prodotto una copertura completa per la propria casa: dal furto e incendio fino ai danni derivanti dalle calamità naturali.

L'obbligatorierà della polizza contro catastrofi naturali

Sulla Gazzetta ufficiale del 15 maggio 2012 è stato pubblicato il decreto legge 59/2012 che definisce obbligatoria l'istituzione di una polizza casa contro le catastrofi naturali.

Il decreto è stato redatto con la consulenza di Paolo Clemente, responsabile del laboratorio rischi sismici dell'Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile ed è stato motivato dalla semplice constatazione della tragica frequenza di catastrofi naturali negli ultimi anni.

Il decreto è di maggio ma, prima della sua reale entrata in vigore, è stato seguita da tre mesi di sperimentazione.
I costi dell'assicurazione dovrebbero oscillare fra i 100 e i 200 euro annui: una cifra non proprio irrisoria in un momento di crisi come quello che sta flagellando l'Italia.
È interessante, a questo proposito sottolineare come più del 60% delle case italiane non segue le norme antisismiche vigenti. Occorrerà, dunque, mettere in sicurezza l'edificio prima di stipulare una polizza e i costi di quest'intervento superano facilmente le 50 migliaia di euro.

Ovviamente l'intervento ha scatenato la reazione dei consumatori, già colpiti dall'Imu, soprattutto perché scarica sui privati tutta la responsabilità di welfare di cui si dovrebbe far carico il Governo.

Polizza globale del fabricato per tutto il condominio

Quasi tutti i condomini stipulano la polizza per la casa globale, che consiste in una assicurazione di responsabilità civile che garantisce su tutte le parti dell'edificio, anche quelle private.
In questo caso l'amministratore di condominio è il rappresentante dei condomini sia collettivamente per quanto spetta i danni che potrebbero causare le parti comuni a terzi e condomini, sia singolarmente per i danni provocati da loro proprietà univoche.

L'assicurazione casa mutuo

Oltre alle polizze di assicurazioni casa per i danni agli immobili o ai beni in essi contenuti, è possibile redigere anche un'assicurazione casa mutuo. In tal caso il contraente si tutela nel caso di morte prematura del contraente del mutuo e garantisce l'estinzione mutuo residuo del mutuo immobiliare.
Qualora il mutuo sia stipulato da due coniugi esiste un'apposita polizza assicurativa che in caso di morte prematura di uno dei due è garantita l'estinzione pari al 50% del debito residuo.
Vi ricordiamo di leggere sempre con attenzione le clausole e le condizioni contrattuali delle polizze casa.

Costi

I costi della polizza casa vengono valutati per metro quadro. Solitamente il prezzo si aggira fra 1,5€ e 2,5€ per metro². È importante tuttavia considerare anche gli altri elementi economici, ovvero:

il premio: il costo annuale della polizza
la copertura: ovvero i casi inclusi e quelli esclusi
gli extra: ovvero le condizioni che è possibile aggiungere pagando somme più alte

Si consideri che non sempre la risposta dell'assicurazione è il pagamento relativo alla copertura del danno: è possibile che la reazione sia più pratica, ovvero l'invio di un elettricista in caso di guasti alla rete oppure l'intervento di un idraulico.
Le situazioni che sono coperte dall'assicurazione sono numerose ed è bene cercare di conoscerle tutte prima di procedere.

Assicurazioni scoppio incendio, costi e modalità

E' una polizza su un immobile ed è obbligatoria quando si contrae un mutuo con le banche. Questo tipo di copertura assicurativa è una protezione per i clienti che possono ottenere il rimborso qualora si verifichino eventi come incendi, fulmini, esplosioni e scoppi di varia origine.

Come funziona

Come appena spiegato, è obbligatoria per i mutuatari ed è collegata a un evento o sinistro improbabile o sfortunato. Questa forma di assicurazione rappresenta una tutela però anche per le banche che concedono i mutui che in caso del verificarsi di questi eventi si troverebbero un immobile dal valore inferiore.

Questo tipo di polizza non contiene però tutti quegli eventi naturali come inondazioni, terremoti o frane che possono danneggiare l’immobile in questione anche se tuttavia è possibile includere anche questi eventi nella stessa. Per quanto riguarda i prezzi della polizza, l’assicurazione scoppio incendio costa per un immobile dal valore di 100 mila euro una cifra tra i 100 e i 500 euro, per un periodo compreso tra 10 e 15 anni.

 

Alcune banche inoltre propongono spese assicurative gratuite, un modo per avvicinare il cliente alla propria offerta di polizza. Il rimborso della compagnia assicuratrice copre il valore dell’immobile al costo di ricostruzione. L’indennizzo può avvenire in due modi: a valore intero o a primo rischio (ossia copre la cifra massima che il cliente crede di poter subire in caso di sinistro).

A cosa fare attenzione

Il cliente che stipula questa polizza innanzitutto non è tenuto a fare riferimento per forza alla compagnia d’assicurazione in convenzione con l’istituto bancario che eroga il prestito anche se spesso ciò porta dei vantaggi in termini economici. Il cliente però deve soprattutto valutare quale sia la copertura dei danni in questi casi, considerando anche i rischi derivanti dalla particolare zona di ubicazione dell’immobile stesso.

L'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettive (Isvap) ha infatti chiarito col provvedimento del 2 aprile 2012 che le banche concessionarie del mutuo non possono essere diretti intermediari e beneficiari della polizza assicurativa.

Per garantire maggiore trasparenza, infatti, le banche sono costrette a presentare almeno due piani assicurativi di due compagnie diverse – e non legata all'istituto bancario. Il cliente, poi, ha 10 giorni di tempo per decidere a quale compagnia affidarsi, ma esiste la possibilità di legarsi ad una terza assicurazione in piena libertà.

Inoltre bisogna controllare che sia effettivamente valutato il valore dell’immobile ex novo perché alcune banche potrebbero utilizzare il valore commerciale, che produrrebbe di conseguenza costi maggiori. Solitamente il costo di costruzione è valutato il 20-25% in meno di quello di mercato. Sul web diverse compagnie offrono la possibilità di calcolare il preventivo on line sull’assicurazione scoppio incendio ed è consigliabile confrontare diversi preventivi per valutare in maniera oculata tutte le polizze e scegliere quindi la più idonea in base alle proprie esigenze.

Possono prevedere, inoltre, numerose clausole alle quali fare attenzione in sede di firma del contratto. Innanzitutto, occorre valutare la responsabilità civile in caso di danni a terzi: se per esempio cade un vaso di fiori dal terzo piano e ferisce un passante, di chi è la colpa?

La maggior parte delle polizze, come si è già detto, non fanno rientrare in questa polizza i danni da disastri naturali: a seconda della zona di ubicazione, conviene pagare un sovrapprezzo per acquistare questa possibilità.
Di solito, poi, non è incluso il pagamento dei danni ai mobili e all'arredamento: è un'altra possibilità da conteggiare.
Un'assicurazione completa può offrire assistenza legale nel caso di cause all'interno del condominio. Oggi sembra un'ottima risorsa, vista la grande diffusione di questo tipo di dispute.
Infine, un'assicurazione completa può prevedere risarcimento in caso di furto all'interno della casa.

Occorre quindi valutare bene i rischi ai quali si va incontro e il budget a disposizione. Molti istituti offrono convenientissime polizze che comprendono tutti questi elementi, ma sicuramente aggiungere tale prezzo al mutuo da pagare può non essere alla portata di tutti.
D'altro canto, il rischio di vedere anni di sacrifici eliminati da un fornello lasciato acceso può valere lo sforzo.





Potrebbe interessarti


Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Self Storage nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Proroga locazione, informazioni e pagamenti

I contratti di affitto prevedono diverse appendici da conoscere: dopo aver parlato dei canoni d’affittodell’imposta di registro, della cessazione del contratto di locazione, ora approfondiremo il discorso relativo alla proroga del contratto di locazione, con informazioni sia di carattere generale che sul pagamento dell’imposta.

Leggi tutto...

I più condivisi


Il Piano di Ammortamento dalla A alla Z

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Firenze: informazioni sull'evento

Scegliere l'arredamento per la vostra nuova casa non è sempre una cosa semplice e veloce. È infatti necessario valutare diversi fattori, ottimizzare gli spazzi e scegliere sin da subito i colori che si desiderano. Una visita al Salone del Mobile di Firenze può dare utilissime idee per la realizzazione di spazi belli e funzionali nella propria casa.

Leggi tutto...

Costo di una casa prefabbricata: conviene la scelta ecologica?

Ci sono diverse modalità di costruzione e realizzazione di un'abitazione, che variano in base ai materiali utilizzati, al luogo in cui nascerà la stessa, alle modalità di messa in opera e alla tipologia di struttura dell'edificio. Si parla infatti spesso di appartamenti in condominio, case a schiera, ville singole ecc.

Leggi tutto...

Crisi dei subprime: facciamo chiarezza

La crisi dei mutui subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

Leggi tutto...

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

Leggi tutto...

Leggi anche...


Diritti dell'usufruttuario: quali sono le caratteristiche?

L'usufrutto è il diritto di un soggetto di poter godere di un bene, e dei redditi che ne derivano, di proprietà di altri. L'usufrutto comporta una limitazione, ovvero il divieto di alterare la destinazione economica del bene oggetto del diritto di usufrutto. Questo istituto implica una serie di diritti dell'usufruttuario, come anche dei doveri.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Come rendere impermeabile una casa rispettando l'ambiente

Rendere una casa impermeabile è possibile senza che si sia costretti a danneggiare l'ambiente circostante: le soluzioni tecnologiche moderne sono ecologiche e permettono di non dover lottare contro la comparsa dell'umidità e della muffa. Impermeabilizzare un edificio significa dire addio ai disagi causati dalle infiltrazioni, le quali con il trascorrere del tempo rischiano di mettere seriamente a repentaglio il comfort abitativo di qualsiasi casa; nelle situazioni più gravi, esse possono addirittura provocare danni strutturali. Al tempo stesso, è molto importante prevenire la proliferazione delle muffe e ostacolare la formazione della condensa, a maggior ragione in quegli ambienti come la cucina e il bagno che sono destinati a presentare un tasso di umidità molto elevato.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Simulazione rata del mutuo per l’acquisto della prima casa

L’acquisto di un immobile, in particolare se si tratta di una prima casa, è sicuramente un passo importante che comporta una serie di valutazioni da fare a priori in vista dell’impegno economico a lunga scadenza. Si tratta di un investimento di un certo peso e nella maggior parte dei casi, chi si appresta a farlo, non ha a disposizione l’intero capitale.

Leggi tutto...
Go to Top