L’asciugatrice è un elettrodomestico indispensabile per chi non ha il tempo di attendere che si asciughi il bucato. Però, se volete asciugare i vostri vestiti veramente in fretta, provate con un’asciugatrice a gas. Quest’ultima, infatti, riesce a ridurre notevolmente i tempi di asciugatura anche rispetto ai modelli elettrici.

Scegliere un’asciugatrice a gas però può essere difficile perché sul mercato c’è una grande varietà di modelli con tantissime caratteristiche da considerare. Mentre determinare la giusta dimensione e la capacità della nostra asciugatrice non è così complicato, decidersi sui cicli, sul pannello di controllo o su altre caratteristiche può risultare un po’ più difficile.

Come funziona l'asciugatrice a gas?

Come quella elettrica, l’asciugatrice a gas usa l’elettricità per il motore che permette al tamburo di ruotare. Un’asciugatrice a gas, tuttavia, usa un bruciatore per il gas naturale e riscaldare l’aria per l’asciugatura dei capi.

Quando l’asciugatrice a gas è accesa, il sensore accende una luce pilota e un altro sensore apre la valvola del gas. Poi, un ventilatore spinge l’aria calda nell’apparecchio sino a raggiungere la temperatura giusta. In seguito, la valvola del gas si chiuderà.

Il termostato regola la temperatura nel ciclo di asciugatura. Se si abbassa troppo la temperatura, la spia pilota si illumina, si riapre la valvola del gas e il processo inizia da capo fino a che i panni capi sono asciutti completamente.

Vantaggi di questo elettrodomestico

asciugatrice a gas

L’asciugatrice a gas e quella elettrica si possono paragonare per vari aspetti, ma le prime hanno alcuni vantaggi in più. In primis sono più economiche da mantenere: generalmente, il funzionamento di questi modelli costano sino al 50% in meno perché il gas è maggiormente economico rispetto all’elettricità. Inoltre, i tempi di asciugatura sono più brevi, infatti, i vestiti impiegano la metà del tempo necessario per asciugarsi rispetto ai modelli elettrici. Poi, siccome i vestiti si asciugano più velocemente si danneggiano anche di meno, quindi, c’è una maggiore cura per la biancheria.

Di seguito alcune offerte selezionate per voi

esempio di asciugatrice a gas
Compra su Amazon

Rinnai Asciugatrice a gas Dry Soft 6

Prezzo su Amazon.it: € 1.170,00
 elettrodomestico asciugatrice
Compra su Amazon

KLARSTEIN Jet Set 2500 - Asciugatrice a Evacuazione, Carico Frontale, 850 W

Prezzo su Amazon.it: € 274,99
esempio di asciugatore automatico
Compra su Amazon

Bosch Elettrodomestici WTR87T08IT Serie | 6 - Asciugatrice a pompa di calore 8 kg, Classe A+++, Filtro EasyClean , AutoDry

Prezzo su Amazon.it: € 632,99

Non scordiamo di considerare alcuni fattori

L’asciugatrice a gas di dimensioni perfette per la vostra casa dipende soprattutto dal numero di componenti della vostra famiglia. I modelli compatti di solito sono abbastanza grandi solo per una/due persone, ma è probabile che non potrete inserire nell’asciugatrice le coperte più grandi. Più è grande la famiglia e più avrete bisogno di una capacità maggiore. In generale, la capacità giusta da valutare dovrebbe essere più o meno il doppio rispetto alla lavatrice.

Tamburi

I tamburi sono un fattore da considerare con importanza e nei modelli a gas vengono realizzati in acciaio inox oppure acciaio inossidabile e rivestiti in ceramica. Questi ultimi hanno meno probabilità di incorrere nella ruggine o di graffiarsi. Potreste anche considerare di acquistare un’asciugatrice a gas con la luce interna al tamburo che fa sempre comodi per vedere con più facilità la biancheria.

Il pannello di controllo

Il pannello di controllo dell’asciugatrice a gas deve essere facile da usare e, secondo noi, meglio ancora se illuminato visto che le zone della lavanderia possono essere alquanto scure, quindi una luce in più sul pannello può aiutarvi a vedere cosa state facendo.

L’importanza dei cicli

Per asciugare al meglio il vostro bucato, dovreste disporre di una vasta varietà di cicli per tutti i tipi di tessuto. Alcuni esempi sono:

  • Air Dry per i capi delicati che non necessitano di aria calda;
  • Normale per capi che non hanno bisogno di particolari cure;
  • Heavy-Duty per asciugamani e biancheria da letto;
  • Antipiega per tessuti che si sgualciscono facilmente;
  • Delicato per lana e tessuti leggeri;
  • Rapido che ha un flusso d’aria maggiore;
  • Modalità Eco che riduce il consumo di energia;
  • Vapore aiutare a rimuovere le grinze e gli odori;
  • Sanitize per rimuovere germi e batteri con vapore e calore.

Sensore di umidità

Se amate l’efficienza cercate un modello di asciugatrice a gas dotato di sensore per monitorare l’umidità della biancheria che spegne l’asciugatrice automaticamente quando il bucato è asciutto. Risparmierete così energia e prolungherete la vita dei vestiti.

Trattamento esteso

asciugatrice a gas

Se il vostro bucato è pieno di pieghe, optate per un’asciugatrice a gas che abbia la funzione di rotazione prolungata; questo eviterà la formazione di grinze e pieghe nei tessuti quando non li si rimuovono immediatamente dall’elettrodomestico.

Raffreddamento automatico

L’asciugatrice a gas può diventare molto calda, quindi è bene scegliere un modello con la funzione di raffreddamento automatico che abbassa gradualmente la temperatura alla fine di un ciclo sino a che il carico viene girato senza più calore. Ideale anche per proteggere i tessuti sintetici.

Segnale di fine ciclo

È facile non accorgersi del tempo che passa ma se volete rimuovere la biancheria il prima possibile dall’asciugatrice cercate un’asciugatrice a gas che abbia un segnale di avvertimento quando il vostro bucato è asciutto.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Contratto di sublocazione: scopri caratteristiche, norme e rapporti

 Immagine per contratto di sublocazione

Quando l'affittuario deve lasciare l’appartamento locato per un certo periodo può affittarlo a terzi per coprire le spese, senza però avere l’intenzione di disdire il contratto principale. Il conduttore può quindi sottoscrivere un contratto di sublocazione.

I più condivisi

Accollo del mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Capitolato d'appalto: come compilarlo

L’acquisto o l’affitto di un immobile necessita spesso di opere di ristrutturazione volte a rendere più confortevole, e al contempo agibile, l’abitazione stessa. Per effettuare dei lavori di ristrutturazione sono però necessari, soprattutto in casi speciali, delle autorizzazioni specifiche e il capitolato d'appalto è una di queste. 

Leggi anche...

Validità della SCIA: tutto sulla Segnalazione Certificata di Inizio Attività

Validità della SCIA

In merito ai lavori edilizi, al fine di evitare l’enorme piaga dell’abusivismo edilizio sono stati realizzati dallo Stato italiano determinati atti amministrativi utili a regolarizzare le opere sugli immobili e la loro corretta costruzione. Oltre alla DIA Ordinaria e alla Super DIA, alcune regioni italiane applicano la SCIA.

Leggi anche...

Conguaglio Enel (ma non solo): scopriamo cosa cambia?

Immagine per conguaglio enel

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio enel.

Go to Top