Uno delle zone da tenere particolarmente in considerazione è sicuramente il salotto; ecco perché vi offriamo alcuni consigli su come arredarlo al meglio. Il salotto è il luogo, dopo la cucina, più abitato durante la giornata dagli abitanti dell'immobile stesso. Questo perché non funge solo da zona di passaggio, ma può essere il luogo più comodo per accogliere gli ospiti, per rilassarsi davanti alla tv o ascoltando buona musica dopo una lunga giornata lavorativa ecc.

Perchè arredare il salotto di casa?

La sala e è solitamente il luogo più grande di tutta la casa: va arredato con cura e scegliendo non solo secondo i propri gusti, ma anche tenendo conto degli spazi a disposizione. L'arredamento va infatti scelto e ponderato con cura valutando bene le caratteristiche strutturali dello stesso.

La prima cosa da fare, quando si decide di arredare il salotto è decidere il tipo di arredamento, se classico o moderno. La scelta può essere fatta da sé oppure chiedendo la consulenza di un arredatore d'interno.

Ottimizzare gli spazi della sala da arredare

Se la stanza è molto piccola si dovranno inoltre operare alcune modifiche per recuperare gli spazi, magari rompendo alcuni muri, in modo tale da avere una giusta quantità di volumi per arredarlo al meglio.

Per arredare un salotto soprattutto se si ha poco spazio a disposizione, è necessario in primis evitare di inserire divani e altri mobili al centro dello stesso, in modo tale da non ridurre ulteriormente la porzione di superficie da lavorare.

É inoltre necessario valutare bene le dimensioni di ogni singolo mobile, optando per pezzi poco ingombranti e dipingere le pareti con colori neutri e non a tinte troppo forti; queste ultime riducono ulteriormente la percezione visiva dell'ambiente che si sta per arredare. Via libera infine ai pouf, in grado di rendere il vostro salotto più allegro, originale e confortevole.

Il salotto nelle case moderne

Le case di oggi, ristrutturate in stile moderno, presentano spesso degli spazi fluidi, senza confini ben definiti e spesso sono aperti. Non c’è una vera e propria distinzione, soprattutto tra le aree della zona giorno, che sono comunicanti per facilitare i movimenti delle persone. Il soggiorno, essendo generalmente il centro a volte figurativo della casa, si adatta alle varie esigenze di chi lo abita: per pranzare e cenare, trascorrere serate in famiglia o con gli amici.
Gli architetti suggeriscono di evitare i vecchi salotti statici, non più utili alle famiglie di oggi che hanno nuove abitudini e nuovi stili di vita e di lavoro. Essi propongono soluzioni che modernizzano gli ambienti con pochi e semplici accorgimenti.

Arredamento versatile

Quando avete delle idee per l'arredamento del salotto, bisogna stare attenti a non appesantire l’ambiente con arredi e complementi non necessari. Avendo a mente le dimensioni della stanza è saggio acquistare solo quei mobili davvero funzionali alle proprie esigenze.

Per quanto riguarda le forniture e il resto, sono più pratici i divani modulari, componibili o reclinabili che permettono di rinnovare periodicamente la disposizione dei mobili per dare freschezza alla stanza. E’ bene anche considerare di avere la possibilità di cambiare la fodera dei divani così da sembrare totalmente diverso. Sono consigliati divani compatti e con forme squadrate, lineari e semplici, con ampie sedute e rivestite con tessuto tecnico, pelle, lino o cotone. I colori da utilizzare, in base ai propri gusti e allo stile che vogliamo dare al salotto, sono colori neutri come beige, tortora o grigio chiaro, al contrario possiamo scegliere colori accesi. Il divano si può abbellire con ampi cuscini, per renderlo più confortevole.

Un altro suggerimento è quello di sfruttare le moderne pareti attrezzate, anch’esse smontabili e personalizzabili con ante, cassetti, mensole a vostro piacimento e in base alle vostre esigenze di spazio-contenitore. Soprattutto se il soggiorno è piccolo, questa soluzione è ideale poiché si ottimizzano gli spazi senza creare un senso di oppressione nella stanza.

Anche l’illuminazione è molto importante per un duplice motivo: illuminare a dovere la stanza e creare in altre situazioni un’atmosfera rilassante. Quindi, il consiglio è di non utilizzare i classici lampadari ma, faretti, lampade da terra e da tavolo regolabili.
Infine, non possono mancare i tavolini, i portariviste, pouf e le comode chaise longue per rifinire e rendere comoda la stanza.

Come riorganizzare gli immobili

Nei casi di acquisto di un immobile o quando si intende prendere in affitto un'intera abitazione oppure una semplice stanza, essa avrà sicuramente bisogno di lavori di vario genere. Possono a volte infatti risultare indispensabili ingenti lavori di ristrutturazione che necessitano della consulenza di vere e proprie compagnie edili.

Molto spesso invece si ha solo bisogno di apportare alcune modifiche strutturali o eseguire delle semplici riparazioni agli impianti elettrici oppure idrici; in questi ultimi casi basterà chiamare un buon elettricista o idraulico che vi aiuterà a risolvere il tutto in poco tempo.

L'ultima cosa da fare all'interno della vostra nuova abitazione sarà poi quella di dedicarvi all'arredamento di cucina, bagno, salotto, stanza ecc.; bisognerà dunque occuparsi di arredare gli interni di tutti i vani presenti all'interno dell'immobile stesso con mobili e complementi d'arredo vari.

Poltrone e Sofà

La Poltrone e Sofà è una delle principali aziende leader nella produzione di divani e poltrone di vario tipo, con sedi e negozi dislocati su tutto il territorio italiano. Nello specifico, è una catena di negozi in franchising dove è possibile trovare tutto quello che serve per arredare al meglio il vostro salotto e acquistare il divano che più vi piace da inserire all'interno di una stanza.

Cosa scegliere nel negozio

La Poltrone e Sofà dispone di una vasta gamma di poltrone e di divani di alta qualità e dai materiali più disparati, dalla pelle al tessuto. É infatti possibile scegliere tra tantissimi tipi di tessuto ad esempio tra la nuova collezione Glamour e Plaisir e tante soluzioni in pelle cercando tra le collezioni Genisia e Macadamia.

Propone inoltre anche tantissimi complementi d'arredo tra i quali lampade, tavoli, sedie e tappeti di diverso genere, utilissimi per arredare al meglio la vostra casa e il vostro salotto. Molto interessanti infine sono le soluzioni sofà letto, che uniscono alla comodità di un buon divano un letto da utilizzare quando, ad esempio si hanno ospiti a casa.

Alcune offerte sui divani e poltrone

Uno dei prodotti di lancio sono soprattutto i divani, per i quali l’impresa propone diversi modelli. Dal divano Faraia, costo 199 euro, una versione fresca ed accomodante da integrare con un’ampia varietà di colori al divano Gesia (costo 499 euro) che rappresenta una versione più elegante della categoria. Adatto a tutti gli ambienti il divano Alodi (649 euro) che costa di più per la sua struttura tutta in vera pelle. Per quanto riguarda invece le poltrone, ecco alcuni consigli: Elenie, moderna e duttile; Anisa, classica e con uno schienale molto ampio; Mandenia, ideale per rilassarsi sia nel modello elettrico che manuale.

Multa di 500mila euro per l’azienda

E’ arrivata a cavallo del 2015 una brutta notizia che macchia l’immagine dell’azienda. L’Antitrust ha raccolto la denuncia di Altroconsumo punendo l’azienda con una multa di mezzo milione di euro da pagare per pubblicità ingannevole. Secondo l’accusa dell’associazione dei consumatori, gli spot andati in onda sui maggiori network nazionali tra il 2013 e il 2014 davano la scadenza nelle successive 24 o 48 ore ma questo termine in realtà non scadeva mai, prolungando quindi la campagna pubblicataria ingannando i clienti, che erano indotti a comprare subito i prodotti visto che la scadenza delle offerte era imminente.

Nei messaggi pubblicitari, Poltrone & Sofa prometteva sconti oltre il 50% con la possibilità di poter risparmiare anche 1000 euro in caso di acquisto immediato dei prodotti dell’azienda. Altroconsumo ha denunciato quindi questa strategia marketing con la promozione di spot, definiti irripetibili, ma che in realtà venivano riprodotti ad intervalli regolari di tempo, senza che in realtà l’offerta scadesse davvero. L’Antitrust ha quindi stabilito che questa condotta ingannava in errore il cliente, sicuro invece che la promozione aveva un termine limite ed inducendolo a comprare subito gli articoli, come tra l’altro veniva sponsorizzato dall’azienda (“mancano 24 ore, mancano 16 ore”). In questo modo, il cliente, avendo paura che l’offerta terminasse, prenotava subito i prodotti per poter usufruire della scontistica che in realtà non cessava mai.



Potrebbe interessarti

Affitto loft: una guida alla scelta sicura!

Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Leggi tutto...

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

I più condivisi

Rinegoziazione mutuo: quando effettuarla?

 

Se non si è soddisfatti del proprio mutuo è possibile tentare una rinegoziazione con la banca erogatrice. Questa può rifiutarsi, ma sono possibili altre alternative. Vediamo quali.

Leggi tutto...

Salone del Mobile di Parma: informazioni e contatti

Per riuscire a trovare l’arredamento giusto, prima di recarsi presso un negozio o centro commerciale, è possibile visitare il Salone del Mobile di Parma o uno dei grandi Saloni del Mobile in Italia che offrono un'amplissima panoramica sulle nuove tendenze e che offrono soluzioni alla portata delle tasche di chiunque.

Leggi tutto...

Acquisto terreni edificabili: come funziona la compravendita

La possibilità di edificare su un terreno dipende dalla destinazione prevista per tale area nel piano regolatore generale del Comune in cui è situato. L'acquisto di terreni edificabili, quindi, segue una precisa regolamentazione.

Leggi tutto...

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Leggi tutto...

Il Piano di Ammortamento dalla A alla Z

Il periodo ti tempo concordato tra il cliente e l’istituto di credito per il rimborso del mutuo, si chiama comunemente piano di ammortamento. La modalità rateale di restituzione (del capitale più gli interessi maturati) e la durata di tale periodo, fanno capo al piano di pagamento che una volta terminato, ci consentirà di diventare a tutti gli effetti i proprietari dell’immobile in questione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Subentro Enel: scopri la procedura per richiederlo

Il subentro è la riattivazione del servizio (dopo aver portato a buon fine la disdetta del contratto di energia Enel). Il Cliente attraverso il subentro richiede infatti di diventare titolare della fornitura e ottenere nuovamente l'erogazione di energia elettrica da un contatore che in passato ha già erogato energia.

Leggi tutto...

Leggi anche...

I vari tipi di pannelli solari ed il loro costo

Negli ultimi anni, si tendono a vedere sempre più diffusamente vari impianti di pannelli solari, sia sulle abitazioni private che sugli edifici di enti pubblici. Una tendenza destinata ulteriormente a crescere, considerando la convenienza, anche economica, a produrre energia elettrica in maniera autonoma.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Caro bollette: come risolvere il problema con ScelgoZero

La voce “bollette” ha sempre un peso importante sul budget mensile degli italiani. Ogni anno i rincari tornano a farsi sentire, cosa che non si può arginare semplicemente cercando di contenere i consumi. Del resto non è sempre possibile tagliare la spesa di gas e luce rinunciando a sfruttare al meglio questi servizi, che per molti versi risultano essenziali.

Leggi tutto...
Go to Top