La mansarda è l'ambiente della casa più adatto per l'allestimento di un arredo in stile rustico: il tetto in legno rappresenta una fonte di ispirazione eccellente in questo senso, a maggior ragione se si basa su vecchie travi restaurate, che contribuiscono a garantire un'atmosfera di calorosa accoglienza. Non è detto che una scelta di questo tipo possa essere adottata solo per un'abitazione in montagna, ovviamente: anche un appartamento in città può essere valorizzato con soluzioni di design ancorate alla tradizione, attraverso il ricorso a materiali naturali che, abbinati a linee semplici ed essenziali, possano assicurare un risultato ottimale. vediamo quindi le idee migliori per arredare la mansarda.

Materiale da usare per arredare la mansarda

Come si può facilmente intuire, il materiale per eccellenza da privilegiare per arredare la mansarda è il legno: grazie a mobili su misura è possibile arredare la mansarda come un piccolo salottino in cui aggiungere, eventualmente, uno o più letti in cui far dormire gli ospiti. Sono due gli elementi da prendere in considerazione a tal proposito: da un lato la conformazione del tetto, che fa sì che i mobili debbano essere progettati su misura per adattarvisi; dall'altro la possibilità di approfittare della luce naturale proveniente dalle finestre. Chi lo desidera, poi, può pensare di optare per un camino o per una stufa, per fare in modo che questo ambiente diventi il punto di ritrovo di tutta la famiglia nelle fredde giornate invernali.

L’arredamento del colore

arredare una mansarda

Durante le nostre giornate, tra le mille cose da vedere e le altre mille cose da svolgere, non ci soffermiamo mai su quanto il colore abbia un'importanza non indifferente nel circuito della nostra psicologia. Di fatto, un mondo in bianco e nero come in Plasentville, non sarebbe uno dei più gradevoli da fruire: niente che assuma il giallo sgargiante del sole, bacche colorate che assumerebbero solo toni grigi e un triste cielo bianco nostalgico del cangiante azzurro. I colori svolgono un ruolo centrale nel funzionamento del nostro benessere mentale, quando si tratta di arredare la mansarda o qualsiasi altra stanza della nostra casa, e, anche se li sottovalutiamo, hanno un'identità propria, che si rispecchia perfettamente sulla base del nostro stato emotivo. Gli ambienti che viviamo, sulla base di quanto detto prima, devono rispondere a delle leggi cromatiche che sappiano farci stare bene. Tuttavia, non è sempre facile rendere l'ambiente domestico caratterizzante di uno specchio cromatico ben definito ma, qui verrà declinata l’importanza della cromia anche se pensiamo semplicemente di arredare la mansarda.

mansarda

La mansarda si configura come un ambiente luminoso e rassicurante, indirizzato tutto al relax: quanto sarebbe otticamente frustrante la presenza di pareti nere e tappeti sui toni del marrone? Prendere sonno in un contesto del genere, potrebbe essere considerata un'impresa veramente difficile e disturbante. All'interno del tempio del relax, è consigliabile avere calma e serenità, fattori trasmissibili solo con la leggerezza e l'ariosità dei colori pastello. I colori pastello sono colori dalla grande luminosità e possiedono una saturazione, ovvero un effetto brillante, medio/bassa. Il giallo primula, il Corniolo e il Nembo sono tutte tonalità che dovrebbero essere impiegate per la realizzazione di ambienti destinati alla meditazione e al riposo. Ma se invece volessimo svegliarci ed emozionarci, dove andremo a cercare i colori? Sicuramente sotto una bella finestra da cui filtrano le luci dei raggi solari. Guardare il paesaggio dalla propria mansarda è rassicurante, quasi come fruire un quadro, di cui la mansarda è provvista per tipologia. Il colore è il fattore determinante in questo ambiente carico di luce e, solo se ponderato bene il rosso di un tappetto può brillare e dominare un ingresso di luce spinto come quello proveniente dalla finestra di una mansarda. Da non sottovalutare, nell'arredare la mansarda, è anche la freschezza che una pianta rigogliosa, con grandi fiori e verde può dare: ricordate di osare con l’elemento botanico e il vostro ambiente sarà come una piccola serra ma all’interno della quale fare lunghi e dolci riposini. Il verde da speranza e in un ambiente è sempre gradito, specialmente se questo soggetto a infiltrazioni solari che possono solo giovare alla cresciata delle piante.

Anche l'illuminazione è importante

mansarda 2

L'illuminazione, come detto, ha un ruolo di primo piano quando dobbiamo arredare la mansarda: più si riesce a limitare quella artificiale e meglio è, sia per una questione di estetica sia per limitare i consumi. Il caldo viene scaldato e reso quasi magico attraverso una luce diffusa e non troppo forte: è questo il motivo per il quale sarebbe preferibile non adoperare dei faretti diretti o dei lampadari, mentre sarebbe meglio puntare su lampade da terra e applique che, per di più, hanno il vantaggio di poter essere posizionate senza difficoltà. I materiali naturali possono garantire una resa piacevole anche per le lampade: è sufficiente pensare alla bellezza di un paralume in metallo non lucidato per intuire la qualità di questa scelta, anche se - ovviamente - nulla vieta di affidarsi a un paralume in legno o in tessuto grezzo.

Il catalogo dell'arredamento rustico moderno LM-Line è il punto di riferimento a cui ci si può affidare per mettere in pratica una o più delle idee che abbiamo appena visto per arredare la mansarda: ci si può lasciar affascinare dalla sua ricchezza e dalla sua varietà.



Potrebbe interessarti

Morosità del canone di affitto

Nei casi di protratto mancato pagamento del canone di affitto e/o delle quote condominiali, il proprietario può effettuare lo sfratto per morosità.

Provvigione agenzia affitto: come funziona?

Nel momento in cui si decide di mettere il proprio appartamento o la propria casa in affitto, è possibile prendere in considerazione l'ipotesi di affidarsi ad una agenzia che si occupi della mediazione fra il proprietario e l'eventuale affittuario.

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Immagine usata nell'articolo Plusvalenza prima casa: info e dettagli della compravendita

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Analisi dei mercati finanziari per la scelta del mutuo

Le statistiche rivelano che gli italiani che acquistano una casa ricorrono – nell’80% dei casi – al mutuo.  Quando si decide di comprare casa affidandosi alla possibilità di accendere un mutuo si commette spesso l’errore di sottovalutare la propria capacità di mutuo-acquisto vale a dire l’importo massimo che una banca è disposta ad erogare in base alle garanzie e condizioni del richiedente.

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Leggi anche...

Polizza sulla casa: cos’è, quali sono le tipologie, perché serve?

La casa è uno dei beni più importanti e proteggerla significa proteggere anche se stessi dagli accidenti della vita. L’assicurazione casa non è obbligatoria in Italia salvo alcune situazioni particolari come per esempio la stipula di un mutuo o le assicurazioni condominiali. Sono innumerevole i casi in cui un’assicurazione sulla casa si rivelerebbe utile: per chi vive ai piani superiori e c’è il rischio di oggetti che possono cadere con danno serio per i passanti, chi possiede animali, in caso di furti, contro corti circuiti, chi è dedito al fai da te con rischio di incorrere in incidenti domestici, per chi affitta casa e molte altre situazioni. Le tipologie di assicurazione casa sono, però, altrettanto varie. 

Leggi anche...

Come scegliere la miglior sedia da ufficio per la casa

Con la diffusione dei personal computer per uso domestico si sono modificate radicalmente le zone studio nelle case. Spesso queste ultime corrispondevano ad una scrivania per lavorare in casa o studiare.

Leggi anche...

Come leggere la bolletta dell'ENEL?

Per essere certi che l'importo indicato nella vostra ricevuta sia corretto, è indispensabile capire come leggere la bolletta della luce e come sono state calcolate le voci al suo interno. La bolletta, dell'Enel o di qualsiasi altro venditore di energia elettrica, è strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”.

Go to Top