Il legno di Rovere è pregiato, elegante ed estremamente raffinato. Si ricava dagli alberi di quercia ed è amatissimo dagli esperti di arredamento. “Rovere” è il nome commerciale del legno ricavato dagli alberi appartenenti alla famiglia delle Fagacee di cui fanno parte le querce, le farne, i cerri ed i lecci.

Gli alberi della famiglia delle Fagacee possono raggiungere i trenta metri d’altezza e il metro e mezzo di diametro e offrono un legno raffinato di elevata qualità con il quale si realizzano pezzi d’arredamento suggestivi come il tavolo consolle allungabile in Rovere di Duzzle. 

Il legno di rovere per la sua robustezza e durata nel tempo è utilizzato da millenni per costruire mobili di arredamento solidi e funzionali, oltre che imbarcazioni e botti per la vinificazione. I tipi di legno di rovere sono tre:

  • Americano – gli alberi si trovano soprattutto concentrati nella fascia territoriale compresa tra Canada e Florida. Questa famiglia arborea si discosta da quella europea intorno al 1600, quando il suo primo utilizzo era principalmente come pianta ornamentale;
  • Europeo – diffuso in tutto il continente, ma in particolare la specie chiamata Quercus Sessiflora che si trova comunemente tra il Nord Italia e la Sardegna è la tipologia ideale per la creazione di mobili in rovere Made in Italy;
  • Giapponese – una variante delle precedenti tipologie e dalle stesse caratteristiche di lavorabilità e affidabilità.

Il legno di rovere è molto duttile, ha una buona pieghevolezza ed è ideale per le rifiniture che donano un tocco di stile all’arredamento. È un materiale pregiato ed elegante e in base alle lavorazioni si presta ad adattarsi a diversi stili, dal moderno al classico, dagli intarsi allo stile naturale scandinavo.

Perché è così apprezzato nel campo dell’arredamento?

cucina-legno.jpg

Il pregio del legno di Rovere lo si deve alle sue caratteristiche estetiche e compositive. Difatti si presenta come un legno bruno con sensazioni giallognole che si schiariscono nel tempo che conferiscono ai mobili d'arredamento un’estetica di gran classe. Al tempo stesso è anche resistente, duro e tenace e non si scalfisce con gli urti quotidiani a cui sono sottoposti i mobili domestici. Inoltre è durevole e stabile e tende a migliorare man mano che la stagionatura prosegue. Inoltre è resistente alle intemperie e all’umidità oltre che alla salsedine e per questo non soffre le muffe e i funghi. La sua consistenza è perfetta per l’intagliatura e la limatura di oggetti tondeggianti, tant’è che viene spesso impiegato per le botti di affinazione dei distillati.  

Non tutti i legni di rovere sono uguali

Gli esperti di arredamento sanno bene che esistono almeno tre tipologie di legno di Rovere che, generalmente, si distinguono per la loro provenienza. Il più famoso è il Rovere europeo che è molto simile a quello americano ed è di colore bianco o rosso. Il Rovere giapponese, invece, per via della sua colorazione e della sua durezza viene impiegato largamente per la realizzazione di sofisticati parquet. Inoltre gli arredi realizzati con legno di rovere sono spesso differenziati tra quello naturale che è il più classico e ulteriori quattro tipologie: lo spazzolato, il sabbiato, l’anticato e lo sbiancato

Come viene impiegato nel campo dell’arredo?

L’utilizzo più importante e diffuso del legno di Rovere è sicuramente quello della costruzione di mobili d'arredamento pregiati e duraturi nel tempo. Come abbiamo anticipato, tuttavia, il rovere trova largo impiego nella costruzione di botti pregiate per l’affinamento e per la realizzazione di piccole e graziose imbarcazioni. Inoltre gli scarti sono perfetti come legna da ardere perché è in grado di produrre elevate quantità di calore senza affumicare gli ambienti. Al contrario lascia un odore gradevole ed elegante. Come tutti i tipi di legno impiegati per l’arredo anche il Rovere presenta pregi e difetti. Sicuramente è perfetto per arredare con stile per via delle sue caratteristiche di resistenza e durezza ma al tempo stesso risulta essere lievemente più costoso di altri legnami meno pregiati. Sicuramente chi arreda la propria casa non dovrebbe badare troppo a spese, soprattutto se ha deciso di orientarsi su mobili in rovere e, quindi, più che un difetto diremmo che il prezzo elevato sia da considerare un’ulteriore garanzia di qualità. 

Stili di arredo con il legno di rovere

Il rovere non ha bisogno di trattamenti e può essere lasciato al naturale perché è un legno durevole, inattaccabile ai parassiti e sopporta l’umidità. Idoneo in qualsiasi ambiente della casa, dai pavimenti, al giardino/terrazzo, al bagno. È un materiale che resiste bene ai graffi, ai colpi e alle curvature. I mobili in rovere sono molto apprezzati, inoltre con un solo tronco si ricavano molte tavole da cui creare mobili e componenti.

Gli arredi in rovere naturale sono particolarmente apprezzati perché meno trattamenti, tagli e colle si utilizzano e maggiore è il pregio. Il particolare, rovere naturale conferisce all’ambiente un’atmosfera radical chic, dona una sensazione di accoglienza e calore, ispira bellezza ed eleganza. Gli amanti dello stile nordico - scandinavo o canadese – prediligono il suo aspetto “grezzo” con il suo colore naturale e le venature a vista, prestandosi alla realizzazione di boiserie, tavoli e panche. Gli “estremisti” dell’all natural utilizzano il rovere senza levigature ideale per mobili come il tavolaccio irregolare da abbinare a sedie a contrasto dal design ultramoderno che si combina perfettamente con questa tipologia di legno.

I mobili in rovere massello autentico sono prodotti di alta gamma, lavorati in modo da esaltare e aumentare il valore del legno di per sé pregiato. È un materiale versatile che si adatta sia allo stile classico che moderno, ma il massello di rovere è molto costoso proprio per il suo pregio e le certificazioni di garanzia richieste per il suo utilizzo, pertanto viene spesso prediletto per le rifiniture, gli intarsi e i dettagli di arredo di design. Per esempio nella zona living, lo si impiega abbinato al laccato opaco come rivestimento di pareti per un effetto decorativo delle superfici, oppure in cucina, il rovere laccato misto a inserti in metallo per la realizzazione di mensole in accostamento libero o, infine, nella zona notte, il rovere massello è ideale per impreziosire la testiera del letto o come comodini dalle linee moderne e sofisticate allo stesso tempo.





Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Contratto affitto 4+4: guida completa dalla stipula alla disdetta

I contratti di locazione a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

Risoluzione anticipata affitto: a chi spetta l'onere di pagare le tasse

In caso di risoluzione anticipata di un contratto affitto o di locazione, per il quale si è pagata l’imposta di registro per l’intera sua durata, il contribuente ha diritto al rimborso della parte di imposta relativa alle annualità successive a quella nel corso della quale si è verificata la risoluzione.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Contratti di locazione commerciale

Di seguito un approfondimento su un tema di uso comune: il contratto di locazione ad uso commerciale. Durata, comunicazioni e documenti vari. Spiegheremo tutto nell'articolo di oggi. Voi non dimenticate di farci sapere che ne pensate commentando il nostro scritto tramite l'apposito spazio alla fine del testo.

Leggi tutto...

Normativa sullo scarico fumi: cosa dice la legge

Solitamente quando dobbiamo scegliere la cappa per la nostra nuova cucina, i requisiti sui quali ci concentriamo maggiormente sono la silenziosità e il design di tendenza. In realtà al momento dell’acquisto di questo elettrodomestico bisogna tenere conto anche di come gestire al meglio la dispersione dei vapori che derivano dalla cucina e dalla preparazione degli alimenti.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Cos'è la rendita catastale: scopri le informazioni sugli immobili

Quando si acquista una casa sono necessari dei dati specifici utili a definire le caratteristiche dell'immobile appena comprato e importanti ai fini della compilazione del moduli ICI (Imposta comunale sugli Immobili) e del suo successivo pagamento; uno di questi valori fondamentali è la rendita catastale.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Costi volture: quale è il prezzo per cambiare utenza

La voltura propriamente detta (cambio dell'intestatario contrattuale) non è eccessivamente onerosa e alcune compagnie la effettuano gratuitamente; più costoso è invece l'allaccio vero e proprio, da farsi se il precedente proprietario ha disdetto le utenze, ovvero se queste risultano non essere mai state allacciate.

Leggi tutto...
Go to Top