Una casa di lusso merita di essere valorizzata con un giardino elegante e ben curato: ecco perché è indispensabile selezionare i complementi di arredo migliori, così da dare vita a uno spazio esterno raffinato e in sintonia con gli ambienti interni. Tra i tanti accessori a cui si può fare riferimento per conseguire questo obiettivo ci sono gli ombrelloni, magari doppi, ideali per garantire tutta l'ombra di cui si può aver bisogno nelle giornate estive più calde, per leggere un libro in solitudine o per una merenda in compagnia. Un'altra soluzione eccentrica ma al tempo stesso ricercata consiste nel collocare un letto en plein air: un'idea alquanto stuzzicante ed esclusiva per uno spazio verde d'elite.

Dondolo per i bambini

Anche il dondolo è un elemento che merita di essere preso in grande considerazione per un arredamento di qualità: sul mercato si possono trovare modelli più o meno moderni, così che chi vuol rimanere ancorato alla tradizione possa essere soddisfatto allo stesso modo di chi, invece, ha intenzione di sperimentare con una soluzione più contemporanea. Ciò che conta è essere sempre in grado di abbinare i più alti livelli di signorilità con una spiccata sobrietà: vale per il giardino, ma anche per la terrazza o per un semplice bordo piscina. Il dondolio che viene offerto da questo elemento ha il pregio di offrire un relax unico: il consiglio è quello di optare per un modello ergonomico e capace di sopportare carichi anche pesanti, così da avere la possibilità di dondolarsi anche in compagnia.

Soluzioni per l’arredo outdoor

Le tendenze più esclusive per l’arredamento di parchi e giardini sono indubbiamente pensate per le case di lusso, con ampie metrature a disposizione per poter collocare delle vere e proprie installazioni in grado di abbellire gli ambienti esterni con lo stesso gusto e la raffinatezza che si applicano per le soluzioni di arredo interno. Villa al mare o in campagna con giardino e piscina diventano spazi creativi per il relax o la convivialità. Ecco una carrellata di idee per l’arredo giardino:

  • Doppio ombrellone: pensato per giardini extra-large è una soluzione per creare ombra e proteggere da occhi indiscreti senza tuttavia occupare spazi eccessivi che si installa su una piattaforma piuttosto piccola, ma dalle dimensioni extra-large quando è aperto.
  • Letto en plein air: il nome può trarre in inganno, perché le aziende in realtà propongono dei grandi salotti sui quali è possibile distendersi comodamente per chi non vuole rinunciare alla comodità in giardino. Sono caratterizzati da materiali raffinati e rivestimenti impermeabili ma molto ricercati.
  • Il gazebo: è un classico dell’arredo da esterno per chi ama dare un tocco speciale alla casa; ve ne sono di diverse tipologie, dalle linee classiche fino a quelli più minimalisti per un tocco di modernità e rivisitazione in chiave futurista.
  • Mini pagode sospese: è tra le idee più originali e poco convenzionali per arredare un giardino. Le mini pagode sospese hanno bisogno di un’installazione a sospensione che deve essere ben progettata, ma l’effetto scenico finale è molto suggestivo oltre che divertente dal momento che possono essere interpretate come divani a dondolo o casette gioco per i bambini.
  • Sala da pranzo outdoor: per chi ama la compagnia e non vuole privarsi di godere di una cena o un pranzo all’aria aperta durante la bella stagione, molte aziende del settore propongono di arredare lo spazio esterno con un bel tavolo accogliente e le sedie coordinate in base ai propri gusti in materiali resistenti e decori raffinati per dare struttura ed eleganza a un ampio terrazzo o un giardino.
  • Baldacchino da giardino: si tratta di un vero e proprio letto, ispirato alle tende berbere con eleganti tende a proteggere l’intimità e una struttura imponente per ricreare all’esterno un piccolo rifugio, quasi una dependance stravagante, un angolo in cui ritagliarsi un po’ di tranquillità.
  • Lettini a foglia in midollino: per chi ama distinguersi e non vuole cadere nella banalità di sedute standard come sedie, poltroncine, divanetti, può optare per la linea elegante di lettini ispirati alle forme delle foglie di ninfea da mettere a bordo piscina, realizzati in midollino, molto raffinati e che si mimetizzano bene nell’ambiente esterno.
  • Maxi vasi: un giardino che si rispetti necessita di essere arredato, ma anche decorato con statue, separé e vasi, in particolare l’idea di utilizzare i maxi-vasi permette allo stesso tempo di creare particolari scenografie, essere utilizzati come separé e come delimitazione del vialetto di ingresso, oltre ché per creare privacy nell’area della piscina.

Pensiamo alla longevità del nostro arredo

Nel momento in cui ci si dedica alla scelta dei complementi di arredo destinati al giardino di una villa o di un'abitazione di lusso, è fondamentale ricordare che il valore della loro fattura non incide unicamente sull'aspetto estetico, ma anche sulla longevità e sulla capacità di resistere alle intemperie, ai fenomeni atmosferici e agli agenti esterni in generale. Ciò vale per i dondoli ma anche per i mobiletti, senza dimenticare le poltrone: a proposito di queste ultime, vale la pena di optare per soluzioni dotate di stendi gambe, e di proteggerle con un rivestimento o una copertura ad hoc, magari in acrilico, per preservarle dall'azione usurante della pioggia, dell'umidità, della polvere o del sole.

Insomma, chi è in cerca di agenzie immobiliari che propongano la vendita di immobili di prestigio a Como può già iniziare a immaginare come arredare il giardino, proiettandosi con la fantasia in un futuro a base di chaise longue e mobiletti d'antiquariato.

Irrigazione Domotica: per un giardino sempre verde

Negli ultimi anni sono sempre di più i dispositivi connessi nelle nostre case: Lavatrici smart, lampadine controllabili dal telefono, casse Bluetooth, riscaldamento centralizzato e tanto altro. Tra le automatizzazioni non può mancare l’irrigazione domotica: un sistema centralizzato, programmabile e gestibile in remoto (cellulare, pc, tablet, ecc.) del nostro giardino. Grazie ai dispositivi connessi e la domotica è possibile tenere sotto controllo tutti i dati che ci servono per un giardino o, perché no, un balcone perfetto.

Possiamo controllare tasso di umidità, qualità della terra e poi impostare l’irrigazione o la concimazione automatica.

Tutto questo può spaventare se si pensa di dover affrontare installazioni complicate o applicazioni piene di funzioni di difficile interpretazione. La grande varietà di prodotti sul mercato, invece, ha dato vita alla distribuzione di prodotti semplici da installare, facili da usare e molto efficaci. Spesso, per giardini o balconi di modeste dimensioni, sarà necessario solo l’utilizzo di una centralina, di pochi tubi e di installare un’applicazione sul proprio telefono.  In caso di progetti più complessi, sia come metratura che come funzioni, avremmo bisogno di un po’ più di tempo, ma sempre dover essere degli esperti informatici.

Le centraline automatizzate

Vengono utilizzate nell’irrigazione da tantissimo tempo, ma ora, con le nuove tecnologie smart si configurano con i nostri dispositivi mobili, permettendo il controllo a distanza in tempo reale.

Lo scopo delle centraline, che vengono attaccate al rubinetto che distribuisce l’acqua, è quello di programmare e temporizzare l’erogazione, in modo da permettere l’irrigazione delle piante anche quando non siamo in casa. 

La programmazione, nelle centraline classiche, deve però essere effettuata prima direttamente in loco e non può essere modificata a distanza. Questo può portare ad un notevole spreco d’acqua, basi pensare a situazioni in cui saremo assenti molti giorni da casa, anche se improvvisamente verrà a piovere, non potremmo interrompere l’irrigazione.

Tramite l’irrigazione domotica, e quindi la configurazione di una centralina smart, potremmo controllare e programmare in tempo reale la quantità d’acqua da erogare, modificandola in base all’effettivo bisogno.

Se, oltre la centralina aggiungiamo l’utilizzo di sensori specifici, potremmo avere un quadro più completo della situazione delle nostre piante, evitando così di sprecare la minima goccia d’acqua.

I sensori nel terreno 

Per rendere più completo ed automatizzato l’irrigazione delle nostre piante, potremmo aggiungere alla centralina l’utilizzo di diversi sensori che analizzeranno alcuni elementi del terreno e dell’aria per avere un quadro più completa della situazione.

Alcuni di questi sensori si occuperanno di misurare l’umidità del terreno e dell’aria e trasmettendo questi dati all’app saremo in grado di decidere se sospendere o continuare con l’irrigazione.

Sensori più avanzati, dedicati all’irrigazione domotica, saranno addirittura in grado di analizzare la luce e la temperatura, così da capire se le nostre piante ed i nostri fiori si trovano in posto adatto per la loro crescita.

Con utilizzo di una tecnologia ancora più avanzata, ma più costosa, possiamo far fronte anche allo sviluppo di parassiti e insetti. È in commercio, infatti, una videocamera in grado di captare i più piccoli movimenti sulle nostre piante e rilevare la presenza di insetti o parassiti

I costi

Il costo della nostra irrigazione domotica, varia molto in base al nostro ambiente ed alle funzioni che vogliamo implementare.

SI parte da poche centinaia di euro ( a volte anche meno), per impianti con una sola centralina, pochi metri di tubi e qualche bocchetta di irrigazione.

Fino ad arrivare alle migliaia di euro per sistemi complessi che comprendono una centralina avanzata, molti sensori diversi e metri e metri di tubi, raccordi e irrigatori.

Anche se abbiamo progetti ambiziosi possiamo comunque iniziare con poca spesa ed aggiungere piano piano funzioni diverse, acquistando in maniera modulare tutti i prodotti, fino alla realizzazione di un impianto di irrigazione perfetto per le nostre esigenze.




Potrebbe interessarti

Tasse sull'affitto: una guida per essere in regola con lo Stato!

tasse sull'affitto

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Affitto d'azienda: questi consigli non puoi perderteli!

Con il termine affitto d'azienda è indicata l'acquisizione di un diritto di godimento e di tutti i poteri di gestione di un complesso aziendale di proprietà del locatore, da parte di un conduttore dietro corrispettivo. A regolamentare l'affitto d’azienda è l'articolo 2562 del codice civile che dispone l'applicazione delle norme relative all'usufrutto d'azienda (articolo 2561) e quelle generali in tema d'affitto (articoli 1571-1654).

Provvigione agenzia affitto: come funziona?

Nel momento in cui si decide di mettere il proprio appartamento o la propria casa in affitto, è possibile prendere in considerazione l'ipotesi di affidarsi ad una agenzia che si occupi della mediazione fra il proprietario e l'eventuale affittuario.

 

I più condivisi

Accollo del mutuo esistente: di cosa stiamo parlando?

Quando si vuole acquistare un immobile sempre più spesso accade che, ciò che si vuole acquistare abbia già un mutuo acceso dall'attuale venditore oppure, nei casi in cui si decide di acquistare un immobile nuovo dall'impresa che abbia richiesto un finanziamento per erigere il fabbricato.

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire “vendo casa” e pubblicare degli annunci privati sia sufficiente per raggiungere l’obiettivo di vendere in modo rapido ed economico il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento diventato troppo piccolo per una famiglia che sta allargando il proprio nucleo.

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti per farlo?

calcola mutuo online

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi anche...

Regolamento condominiale: tutto quello che c'è da sapere

regolamento condominiale

Il regolamento condominiale viene prestabilito dal costruttore e approvato dai condomini acquirenti delle singole unità immobiliari al momento dell'acquisto; costituisce parte integrante di tutti gli atti di acquisto stipulati dai diversi comproprietari.

Leggi anche...

Incentivi per fotovoltaico 2020: tutto quello che c'è da sapere

incentivi per il fotovoltaico 2020

L'energia solare è, ormai da tempo, attivamente usata nella produzione di energia elettrica ad uso domestico. Cominciata inizialmente come un'aggiunta "green" e ausiliaria alla rete elettrica tradizionale, i progressi tecnologici ottenuti negli anni permettono oggi di impiegare sistemi a basso impatto ambientale in maniera totale, con impianti di accumulo avanzati e soluzioni inclusive.

Go to Top