L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione. Il primo step è quindi leggere attentamente gli annunci immobiliari tra privati (la ricerca online è più veloce e pratica se si utilizzano servizi appositi come, per esempio, annuncino.it). Le app per dispositivi mobili sono la nuova frontiera della ricerca di una casa, ma anche uno strumento utile per gli agenti immobiliari per trovare clienti.

Quali sono le app per cercare casa

Le app facilitano la vita di tutti giorni, alcune sono utili come quelle per cercare casa, compatibili con sistemi operativi iOS, Android e WindowsPhone, facili da installare e utilizzare. Attraverso le app è possibile non solo trovare casa, ma anche pubblicare annunci immobiliari privati di vendita o affitto. Le principali app che offrono questo servizio sono ideate dalle stesse agenzie immobiliari più note in Italia, ma la comodità di utilizzare l’app, piuttosto che consultare il sito web omonimo dell’agenzia immobiliare consiste nella:

  • rapidità di consultazione;
  • praticità di ricevere notifiche su annunci nuovi pubblicati e corrispondenti ai propri criteri di ricerca:
  • possibilità di aggiungere promemoria su ogni scheda consultata.

App per annunci immobiliari: Idealista

L’app di Idealista.it è tra le migliori in circolazione; come altre app simili permette di configurare la ricerca (affitto, vendita, tipologie di casa, camere condivise) con l’inserimento della provincia, la città e la specifica del quartiere. È possibile impostare i filtri per fascia di prezzo, tipologia di casa, numero delle camere, numero dei bagni, dimensione, stato, presenza di servizi o pertinenze quali ascensore, garage, giardino, terrazze. La visualizzazione dei risultati può essere effettuata attraverso la mappa o con le fotografie. L’utilizzo di dispositivi mobili con touch screen permette di circoscrivere la zona di interesse con le dita direttamente sulla mappa.

L’app di Idealista ha tra le funzioni “intelligenti”, anche la geo-localizzazione, il salvataggio degli annunci interessanti, l’aggiunta di commenti e annotazioni personali (visibili solo a se stessi), un’agenda – in caso di contatti – con la data della visita e altre informazioni. Infine, l’app può essere utilizzata anche con la sincronizzazione con lo smartwatch sul quale compaiono le notifiche in tempo reale ed essere tempestivi nel cogliere l’occasione d’oro. Un’ulteriore servizio messo a disposizione dall’app di Idealista è la possibilità di effettuare una ricerca attraverso il numero di telefono trovato su un cartello “Affittasi” o “Vendesi” trovato per strada, purché l’annuncio sia anche stato pubblicato su “Idealista”. L’app è scaricabile dal sito ufficiale dell’Agenzia immobiliare.

App: Immobiliare.it

Un’altra app molto utile e interessante è quella messa a disposizione dall’agenzia Immobiliare.it, anche se non permette la ricerca di singole stanze in appartamenti condivisi. Le funzioni di ricerca per zone è molto chiara e intuitiva. I risultati di ricerca sono ben schematizzati e presentati in base ai filtri impostati come la provincia, il comune o il quartiere di interesse. Tra i filtri standard, si può anche impostare la ricerca in base all’efficienza energetica o al tipo di riscaldamento. L’account personale permette di salvare gli annunci preferiti o eliminare quelli che non rientrano più tra le preferenze prioritarie, oltre che segnare a margine i propri commenti. Anche l’app di Immobiliare.it si può sincronizzare con lo smartwatch, è scaricabile dal sito ufficiale dell’agenzia immobiliare ed è compatibile con i dispositivi, Apple, Android, WindowsPhone e Blackberry.

Casa.it

È un’app più elementare ed essenziale nei filtri di ricerca, ma è particolarmente comoda per chi non ama registrare nuovi account; infatti con l’app di Casa.it è possibile fare le ricerche e salvare i risultati preferiti senza dover registrare l’account (in questo modo non si ricevono neanche le notifiche di annunci nuovi). Una funzione graficamente gradevole e utile è la visualizzazione attraverso un’icona pop-up che indica se la casa visualizzata ha il garage o posto auto.

L’app si può scaricare direttamente dal sito ufficiale di Casa.it ed è compatibile con i dispositivi iOS, Android e WindowsPhone.

App perfette e perfettibili

Le app per la ricerca o la vendita di case sono sempre più complete e vicine alle esigenze degli utenti, ma ci sono alcune funzioni che potrebbero essere implementate, come per esempio la gestione degli appuntamenti e le chiamate: alcune app, infatti, non permettono di contattare direttamente chi pubblica l’annuncio o di gestire l’agenda degli appuntamenti; per poter fare questo si può scaricare un’altra app che si chiama “Casa App” (compatibile per iOS e Android) che funziona come una sorta di quaderno virtuale in cui appuntare le caratteristiche delle abitazioni già viste, organizzare gli appuntamenti, disegnare la planimetria, calcolare le rate del mutuo e aggiungere foto e dettagli.

Tutte le principali app – grazie alla geo-localizzazione – impostano la ricerca di default nel paese (anche estero) in cui ci si trova, per cui occorre ricordarsi sempre di cambiare nelle impostazioni l’area geografica o il paese di interesse.



Potrebbe interessarti

Contratto di affitto con cedolare secca: tutte le caratteristiche

La locazione di un immobile, ma anche di una semplice stanza, soprattutto se si tratta di studenti, necessita sempre e obbligatoriamente della regolare registrazione di un contratto. Nel caso di affitti a studenti questo spesso non accade; ogni anno infatti sono numerosi i ragazzi che pagano l'affitto del proprio posto letto in nero.

Leggi tutto...

Come funziona la locazione abitativa agevolata

Il contratto di locazione abitativa agevolata, detto anche affitto a canone concordato, è una tipologia di locazione introdotta a fine anni ’90 con la legge del 9 dicembre 1998, n. 431. La possibilità di stipulare un contratto di locazione abitativa agevolata è riservata alle abitazioni presenti in comuni ad alta densità abitativa che abbiano stipulato una convenzione con le associazioni di categoria.

Leggi tutto...

La disdetta dell'affitto: conosci tempistiche e procedure?

Se si dispone di contratto con Equo canone, non è possibile disdettarlo per i primi 4 anni, neppure nel caso in cui il proprietario abbia la necessità di riavere l'immobile per adibirlo come propria abitazione.

Leggi tutto...

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

I più condivisi

Calcolo spese acquisto prima casa: come portare in detrazione il costo notaio

Nel calcolo spese acquisto primo casa rientra anche il costo notaio. Questa voce però può essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi ai fini Irpef in modo da recuperare parte dell’importo.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Contratto di locazione per l'ufficio: cosa c’è da sapere?

contratti di locazione ad uso di ufficio sono diversi da altri tipi di contratti di locazione, come possono essere sicuramente e in primo luogo i contratti ad uso abitativo. Dunque, prima di avventurarsi nell'affitto di uffici o nella vendita negozi, è bene informarsi con il dovuto impegno.

Leggi tutto...

I vantaggi di scegliere una casa in legno

In molti paesi sviluppati, quali il Nord America, Giappone, l'Europa continentale e la Scandinavia, è molto sviluppata l'attenzione verso il benessere abitativo. Questo si traduce anche nella scelta dei materiali da costruzione delle abitazioni.

Leggi tutto...

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Risoluzione contratto di locazione: cosa fare

La cessazione di un contratto di locazione può avvenire sia per motivi fisiologici, come la naturale scadenza dell’affitto, o per motivi inerenti al proprietario o all’inquilino. Talvolta, per quanto riguarda invece gli esercizi commerciali, sono proprio i canoni d’affitto ad essere i motivi principali della cessazione del contratto.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Montaggio laminato: strati isolanti e misure precise

Se si desidera rivestire i pavimenti allo scopo di ottenere gli stessi raffinati risultati del parquet, ma a prezzi più contenuti, il laminato è la soluzione giusta.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bolletta di acconto e bolletta di conguaglio (non solo Enel): cosa cambia?

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Leggi tutto...
Go to Top