Inadeguate e vulnerabili. Per queste ragioni, le serrature di un tempo sono oggi a rischio e facili prede di ladri e criminali sempre più esperti. Appare dunque necessario e saggio sostituire elementi ormai desueti e dotarsi al più presto di serrature di sicurezza moderne e tecnologiche per assicurare alla propria casa e ai propri beni una protezione costante ed una sicurezza totale.

Così come crescono dunque gli strumenti per scassinare porte e finestre, aumenta la paura e dunque la necessità di avere un livello più alto di sicurezza per se stessi e per la propria famiglia. Una sicurezza che deve per forza passare da serrature sempre più adatte a ogni tipo di esigenza e di appartamento. Ogni prodotto è dunque costruito per rendere la scelta del cliente più flessibile e orientata alla sicurezza. Non possono mancare dunque principi di tecnologia, da unire alla qualità e all'innovazione che non deve mai fermarsi. D'altronde il mercato attuale che si occupa proprio di sicurezza residenziale è in grado di proporre prodotti performanti, nati dopo numerosi test e prove in laboratorio per soddisfare al meglio il consumatore.

Materiale delle porte

Pensiamo alla porta, da sempre chiaro simbolo di difesa, e al timore di ognuno di noi di vedere sconosciuti varcare la soglia di casa. Un danno materiale, ma il più delle volte anche e soprattutto psicologico. La scelta su come proteggersi, dunque, deve essere effettuata dopo un'attenta analisi e valutazione dei rischi che realmente corriamo. A quel punto, sarà inevitabile tirare le somme e trovare la soluzione che unisca al meglio la disponibilità di budget, le offerte e l'impatto visivo.

Attenzione: tutti i prodotti devono essere certificati secondo le più severe norme di riferimento internazionali. C'è da sottolineare un punto fondamentale, ovvero che esiste una grande differenza tra prodotti “testati” e prodotti “certificati”. Nel primo caso, l’azienda produttrice dichiara la conformità ad un parametro o a tutta la norma di riferimento. Nel secondo caso, entra in azione un ente terzo che prova l’effettiva rispondenza a quanto richiesto dalla norma e tiene sotto controllo, nel tempo, la produzione con verifiche ispettive.

Parliamo dunque di serrature per porte blindate. Ampia la scelta, come quelle con blocca aste elettronico motorizzato supplementare da abbinare a qualsiasi serratura per porte blindate. In questo caso l'apertura e la chiusura sono gestite da un codice da tastiera e il tutto è alimentato a batteria. Oppure esiste la versione leggermente diversa, un blocca aste supplementare a bloccaccio verticale con o senza chiusura laterale, con cilindro a pressione o cilindro di sicurezza Champions a profilo europeo. Si va poi dalle serrature con chiave doppia in versione anti-grimaldello bulgaro a quelle con chiave a doppia mappa per armadi di sicurezza. Ottime anche le casseforti di sicurezza certificate disponibili con chiusura elettronica o a chiave o entrambe. In vendita, sia modelli da pavimento che da murare, tutti dotati di chiavistelli. Non mancano, infine, le serrature da applicare a porte di legno, per serramenti in alluminio e ferro, grate e cancelli, serrature per porte a chiusura automatica o fermo giorno, con maniglione antipanico o con dispositivo di emergenza azionato da una maniglia.

Esempi di serrature

Un valido esempio sono le serrature Mottura, azienda leader nella produzione di serrature per porte blindate. La gamma è davvero ampia e vede serrature con chiavi a doppia mappa, chiavi a duplicazione protetta MY KEY®, serrature per cilindro europeo e versioni “Plurisistema” dotate di entrambi i sistemi di chiusura. Le serrature a doppia mappa, ad esempio, sono disponibili con vari tipi di nuclei intercambiabili e nuclei ricifrabili. In questo modo, è decisamente facile cambiare le chiavi senza dover sostituire la serratura completa.



Potrebbe interessarti

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

Mutuo affitto: scopri tutte le caratteristiche

Il cosiddetto "mutuo affitto" è una formula nata in tempi recenti con la quale gli istituti di credito vengono incontro alle esigenze di quanti abbiano bisogno di un prestito ma che non possano permettersi di pagare interessi troppo alti.

Leggi tutto...

Fideiussione per affitto: garanzia di pagamento

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Leggi tutto...

Scadenza locazione: cosa fare alla fine di un contratto

Nel momento in cui si arriva alla scadenza della locazione, o – meglio – del suo contratto, possono verificarsi varie possibilità per l’inquilino affittuario. Molto spesso accade che il contratto venga rinnovato da entrambe le parti alle condizioni iniziali, a meno che non intervengano eventuali ritocchi volti a modificare il canone d’affitto.

Leggi tutto...

Self Storage nel Lazio: contatti utili

I self storage sono servizi in mano ad una compagnia apposita, oppure sono degli spazi in mano a compagnie di trasloco, e di norma vengono affittati e utilizzati attraverso un noleggio a base mensile.

Leggi tutto...

I più condivisi

Plusvalenza nella vendita della prima casa: info e dettagli

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Dove richiedere la visura catastale?

La visura catastale è un documento importante per la compravendita di un bene immobiliare o di un terreno che si trovi in Italia; è infatti rilasciata dall'Agenzia del Territorio, cioè dal Catasto.

Leggi tutto...

Plusvalenza terreni agricoli, come effettuare il calcolo?

terreni agricoli sono considerati beni immobili, così come i terreni edificabili e gli appartamenti. Per plusvalenza si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Provvigione agenzia immobiliare: consigli per non pagare troppo!

Il mediatore immobiliare e l'agenzia e l'agente immobiliare svolgono il ruolo di intermediario tra acquirente e venditore. Ci si rivolge ad un'agenzia immobiliare sia che si voglia vendere o acquistare un immobile, sia che si tratti di una compravendita che di una locazione.

Leggi tutto...

Tasse sulla prima casa: facciamo un po' di chiarezza

La compravendita di un immobile comporta sempre la conoscenza approfondita di tutte le spese accessorie per fare un acquisto sicuro. È necessario infatti stipulare il contratto, richiedere un mutuo presso una banca e occuparsi del pagamento delle relative rate. Oltre poi al rogito, al compromesso e ad altre operazioni obbligatorie e utili a rendere legale la compravendita stessa, bisogna inoltre preoccuparsi del pagamento delle tasse sulla prima casa.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Categorie catastali: quali sono? Cosa indicano?

Anche da un punto di vista più strettamente legale è infatti fondamentale valutare lo stato abitativo dell'immobile, soprattutto per non avere imprevisti negativi in futuro; a tale scopo servono le categorie catastali.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Come scegliere un buon imbianchino a Roma

Col passare del tempo una casa ha bisogno di essere ristrutturata e rimessa a nuovo. Infatti, i diversi impianti presenti, le sale e la tinteggiatura di queste possono deteriorarsi e cominciare ad evidenziare problemi o i segni dell'usura. E ciò si evidenzia soprattutto quando l'abitazione è molto vissuta, ad esempio in presenza di un nucleo familiare numeroso. Per ottenere una ristrutturazione adeguata e duratura, ci si deve rivolgere a professionisti competenti, dagli impiantisti agli imbianchini.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Bolletta di acconto e bolletta di conguaglio (non solo Enel): cosa cambia?

L'emissione delle fatture della luce avviene solitamente con periodicità bimestrale per i clienti domestici e per i non domestici alimentati in bassa tensione con potenza impegnata non superiore a 30 kw. Il cliente domestico dovrebbe pertanto ricevere in un anno circa 6 bollette di cui una di conguaglio.

Leggi tutto...
Go to Top