Quando si decide di prendere in affitto un loft, è necessario valutare in primi diversi fattori prima di scegliere quella giusta e adatta alle proprie esigenze. È importante tenere in considerazione in primis il budget che si potrebbe avere a disposizione.

Un altro fattore da valutare è poi quello della metratura e delle caratteristiche strutturali dell'immobile che si desidera affittare.

Le spese per affittare un loft

Affittare un loft solitamente non richiede spese eccessive rispetto invece all'affitto di un'intera abitazione tradizionale; se si hanno davvero pochi soldi a disposizione sarà però necessario optare per l'affitto di un'unica camera.
Questo tipo di abitazione è particolarmente indicata per coloro ai quali piacciono gli ambienti open space e che hanno bisogno di aree non eccessivamente spaziose. Il loft è infatti distribuito su uno spazio unico e di un solo piano e viene spesso ricavato da aree industriali dismesse o da garage inutilizzati; possiede inoltre delle altezze interne nettamente superiori rispetto agli immobili residenziali canonici.

La scelta ideale per i single

Questo tipo di abitazione in affitto è molto indicato per i single e anche per coloro che vogliono aprire una propria attività commerciale. Quando si opta per questa scelta, è possibile trovare soluzioni già arredate oppure da arredare; alcuni loft sono altresì provvisti di zona soppalcata.
Questo ambiente stimola infine la creatività e la fantasia, quando si decide di arredarlo o ristrutturarlo.

Vantaggi e difetti del loft

I vantaggi dell'affitto di un loft sono:

  • Molto spazio a disposizione. Come si diceva, vengono spesso ricavati da ex fabbriche, ovvero ambienti di molti metri quadrati.
  • Luminosità. Conseguenza del punto precedente, perché sicuramente questi spazi godono di grandi finestre il che, unito all'assenza di divisioni nell'ambiente, permettono alla luce di raggiungere tutti gli angoli.
  • Possibilità di personalizzazione. Grandi ambienti senza divisioni e senza arredi: si può creare davvero di tutto al loro interno: si possono dividere i metri quadrati con pareti divisorie, si può lasciare un ambiente unico, si può adottare qualsiasi stile architettonico, creare installazioni e così via.
  • Risparmio. Si risparmio le spese condominiali e, se si attuano una serie di strategie ad hoc, anche sulle bollette (pannelli solari, luci con sensore di prossimità, vernici isolanti e così via).

Gli svantaggi, invece, sono:

  • Costi per arredamento e lavori. Sicuramente non è possibile vivere un loft senza investirvi denaro: sarà quasi sicuramente necessario operare lavori di tubatura, rete elettrica; oltre che l'acquisto di mobili, di pareti divisorie e così via.
  • Dispersione del calore. Se non si lavora anche su questo, qualsiasi pompa di calore o termosifone sarà inutile: gli ambienti grandi sono difficili da riscaldare.
  • Eco e rumore. Se si lascia un ambiente unico, è possibile che l'acustica ne risenta negativamente.
  • Privacy. Il problema non si pone se si vive da soli ma se, invece, non è così, occorre trovare soluzioni per garantirla.

Affitto loft a Milano

Questa soluzione può costituire un'ottima scelta per chi vive a Milano. In questa città il prezzo medio di una locazione è piuttosto alto, mentre invece un loft può permettere un interessante risparmio.
Le zone dove maggiormente si concentra l'offerta di loft sono:

  • I Navigli. Si tratta di una delle zone più interessanti per la movida milanese. I navigli sono canali artificiali usati anticamente che oggi posseggono ancora un grande fascino.
  • Porta Romana. Una delle sei porte di Milano. Anche questo è un quartiere interessante per la vita notturna.
  • Bovisa. Quartiere nel nord della città, frequentato soprattutto da ragazzi e universitari.

Il costo dell'affitto può variare dai 500€ a oltre i 1000€, a seconda della posizione precisa e delle condizioni dell'immobile. Se arredato, ovviamente il costo è maggiore.

Il portale Affitti.it offre una vasta scelta a riguardo.

A chi rivolgersi a Roma

Anche per la capitale, può essere una scelta vantaggiosa, visti i prezzi di locazione.

Per Roma, le zone più interessate da questo tipo di soluzione sono:

  • Centro storico. Si parla ovviamente di soluzioni di lusso e molto costose, che conservano comunque un elevato senso del gusto.
  • Cipro. Ovvero, nelle vicinanze della Stazione Metro omonima. Zona elegante ma lontana dal caos del centro, a poca distanza da numerosi parchi cittadini.
  • Prati. Altro quartiere bene di Roma, con numerosi locali ed una vivace vita notturna.
  • Università. Le università a Roma sono dislocate in numerosi punti ma attorni ad ognuno di essi si sviluppa un nucleo d'attività interessante.

Pietro Calafiore





Potrebbe interessarti

Cosa significa affitto a canone libero? Scopri le caratteristiche

Le locazioni a canone libero durano formalmente 4 anni, ma nella maggioranza dei casi, arrivano fino agli 8. In caso di mancanza di disdetta motivata da precise ragioni imposte dalla legge, il periodo di locazione è infatti automaticamente rinnovato, per la prima volta, di altri 4 anni.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Affittare la prima casa: ragioniamo sulla perdita di agevolazioni

Con 10 miliardi di tagli sulle agevolazioni fiscali per la prima abitazione la manovra finanziaria va a colpire praticamente tutti: dal proprietario che intende ristrutturare l’abitato all’affittuario. Per quanto riguarda i contratti di locazione della prima casa tuttavia, quanti l’abbiano stipulato potranno ancora contare su questi privilegi.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

Locazioni a canone concordato: guida ai vantaggi fiscali

Nel diritto commerciale definiamo col termine di locazione un particolare contratto in cui uno dei soggetti, detto locatore, si impegna a far usare al soggetto locatario un determinato bene, per un periodo determinato, riscuotendo in cambio un corrispettivo detto canone.

Leggi tutto...

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Valore catastale della casa: guida al calcolo!

Il valore catastale di un immobile ha notevole rilevanza sia nel caso di compravendita, sia ai fini della definizione dell’imponibile IMU. La Legge Finanziaria del 2006 ha stabilito che, nel caso di trasferimento di proprietà di immobili a uso abitativo e delle relative pertinenze si venga tassati in base al valore catastale, anziché al corrispettivo patteggiato tra le parti e iscritto nell’atto notarile.

Leggi tutto...

Come si effettua il calcolo del valore immobiliare

Il valore immobiliare prende in considerazione diversi aspetti dell’immobile da stimare che si basano anche sulla distinzione tra valore di mercato e valore catastale. Il primo serve per definire il prezzo di un immobile sul mercato, il secondo – chiamato anche valore fiscale - serve per determinare il calcolo delle imposte sul patrimonio immobiliare.

Leggi tutto...

Crisi subprime: facciamo chiarezza su questo argomento

Immagine per Crisi subprime

La crisi subprime ha portato gravi conseguenze sull'economia mondiale. Nell'aprile 2009il Fondo Monetario Internazionale ha valutato in 4.100 miliardi di dollari Usa il totale delle perdite delle banche.

Leggi tutto...

Annunci immobiliari tra privati: le migliori app per vendere e trovare casa

L’acquisto di una casa è sempre un passo importante sia dal punto di vista esistenziale che, soprattutto economico perché comporta un impegno oneroso in particolar modo quando si accende un mutuo. Risparmiare sulla compravendita immobiliare è, tuttavia, possibile se si riesce a fare la ricerca di una casa da sé senza l’intervento di un’agenzia con i relativi oneri di commissione.

Leggi tutto...

Facciamo chiarezza sull’immobile strumentale

Gli immobili strumentali rappresentano una particolare tipologia di bene. In pratica si distinguono in quanto vengono comprati dalle aziende per esercitare le proprie attività. Sottolineiamo il fatto che esistono:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Prestito ipotecario sulla casa, come ottenerlo?

Il prestito ipotecario, conosciuto anche come credito ipotecario, è una sorta di finanziamento che prende parte dall’ipoteca su un bene o un immobile al fine di ottenere un capitale. Questo particolare tipo di prestito si divide in tre categorie:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lettura contatore gas Eni

 

La rilevazione dei consumi del gas può verificarsi secondo diverse modalità: lettura diretta del contatore; autolettura da parte del Cliente e trasmissione della stessa a Eni S.p.A., mediante numero verde dedicato o sito internet.

Leggi tutto...
Go to Top