A2A Energia è un sinonimo di semplificazione per molte piccole preoccupazioni della nostra vita. Attraverso i suoi sportelli A2A Energia mette a disposizione dei clienti un efficiente servizio operativo ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla settimana, utile per terminare le operazioni commerciali o per richiedere le più varie informazioni.

I clienti già iscritti sul portale miservi.it potranno, tra le altre cose, utilizzare l’id user e la password già in loro possesso, senza il bisogno di registrarsi ulteriormente. Tuttavia, alcuni dei servizi online di A2A Energia sono ancora disponibili da tutti, anche non registrati: il servizio di autolettura, per esempio, richiede semplicemente di inserire il codice fornitura delle bollette per attivarsi.

Pagare le bollette online

Il pagamento delle bollette su A2A Energia può effettuarsi in diversi modi. Il cliente è dunque libero di scegliere la soluzione di pagamento a lui più congeniale, secondo le proprie capacità e le proprie necessità. Si possono pagare le bollette, innanzitutto, tramite il servizio online versando gli importi necessari con la carta di credito. Le commissioni di pagamento riportano una spesa pari a due euro e le carte di credito abilitate sono unicamente quelle emesse in Italia da Visa, American Express e Mastercard. Grazie allo sviluppo delle ultime tecnologie, si possono pagare queste cedole anche tramite il proprio smartphone grazie all’app gratuita Up Mobile di Banca Sella. Su Internet sono spiegati in modo semplice e chiaro i passaggi da compiere se si vuole utilizzare quest’opzione di pagamento.

Altri sistemi per pagare le bollette

Quindi, andiamo a vedere gli altri sistemi di pagamento delle bollette: si può sicuramente richiedere la domiciliazione delle bollette, cioè permettere alla propria banca e all’ente interessato di addebitare quanto dovremmo versare direttamente sul nostro conto corrente. Anche tramite le ricevitorie Sisal, almeno sei giorni alla settimana, è possibile pagare le bollette di luce e gas: basta esibire il talloncino allegato solitamente alle bollette e ritirando, al termine del pagamento, la propria ricevuta Sisal.

Con questa soluzione si paga un ulteriore costo di commissione di 1,55 euro. Non bisogna poi dimenticare la chance legata ai supermercati e agli ipermercati Coop: in questa sede basterà, invece, esibire alla cassa il codice a barre presente sul bollettino che abbiamo ricevuto. Le bollette passate allo scanner, di conseguenza, verranno “conteggiate” insieme al resto della nostra spesa. Il servizio offerto dalla Coop ha un costo di commissione pari a un euro, ma è disponibile esclusivamente per importi inferiori a un totale di millecinquecento euro per ogni transazione.

Le ultime offerte dell’azienda

Mancano pochi giorni per arrivare alla scadenza dell’offerta promossa da A2A per avere dei grandi vantaggi. Su una famiglia di cinque persone, è stato calcolato un risparmio di circa 70 euro annuali con notevoli vantaggi sulla fornitura di gas ed energia elettrica. Si possono attivare entrambe le offerte o scegliere soltanto una tra le due in promozione.
Per cercare di risparmiare, è notevolmente aumentato il fronte delle offerte e promozioni per luce e gas: d’altronde avere sul mercato più servizi può essere un valida opzione per offrire prezzi vantaggiosi e più concorrenziali. Ora i cittadini infatti cercano dove possono più risparmiare e i grandi operatori e utilities sono attenti su questo fronte per attrarre sempre più clienti. Dall’elettricità al telefono, spesso ci sono in promozione servizi abbinati che possono consentire un risparmio maggiore ai cittadini o utenti.

Tavoli di confronti per arretrati non pagati

E’ storia recente di attivisti dell’associazione “Diritti per tutti” che hanno bloccato la palazzina di Brescia dell’azienda perchè sono state staccate le utenze a una famiglia che non riusciva più a pagare la somma della cedola. Gli attivisti hanno spinto l’azienda a riattivare il servizio proponendo un tavolo di confronto con le istituzioni. Sebbene fosse favorevole, l’azienda ha detto che devono essere gli Enti Locali ad affrontare in primis questa situazione sociale, istituendo tavoli o conferenze alle quali partecipare. Il problema della morosità si può ampliare a tutto l’ambiente casa: gli affitti non pagati non sono le uniche quote che le famiglie non riescono a versare, visto che anche il peso delle bollette e della spesa quotidiana sta diventando insostenibile. Proprio per questo si è arrivati alla morosità incolpevole, ossia il non riuscire a pagare per cause di forza maggiore.
Sul tema delle utenze staccate, una recente sentenza del Tribunale di Torino ha dichiarato che in un lotto condominiale non si possono disattivare i servizi perchè questo va contro i diritti fondamentali della persona, che sono più importanti di quelli patrimoniali.

 

 




Potrebbe interessarti

Recesso di contratto di locazione: quali sono le modalità?

 

Nella situazione economica italiana, molte più persone ricorrono all’affitto di un immobile ad uso abitativo non potendosi permettere l’acquisto di una casa propria. Esistono però anche casi di recesso del contratto di locazione e su questo campo ci sono molte regole e leggi da sapere.

Tasse sull'affitto: una guida per essere in regola con lo Stato!

tasse sull'affitto

In materia di locazioni sono davvero tantissime le cose da tenere in considerazione, soprattutto per non trovarsi a dover risolvere eventuali problemi futuri. La prima cosa da fare è sicuramente preoccuparsi di stipulare e, soprattutto, regolarizzare il contratto. La corretta registrazione del contratto d'affitto di qualunque natura è infatti una garanzia e una sicurezza per chi decide di prendere in affitto un immobile.

Fideiussione per affitto: come funziona la garanzia di pagamento?

Fideiussione per affitto

Recentemente la fideiussione personale ha soppiantato quasi completamente le vecchie cauzioni che i padroni di casa chiedevano per l’affitto degli appartamenti o dei locali commerciali.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

I più condivisi

Esempio di Rendita catastale: tutti i passi per calcolarlo!

Esempio di Rendita catastale

Ogni immobile ha un proprio valore catastale che deriva per convenzione dalle cosiddette “rendite catastali”. Questo valore è solitamente usato quando si stipulano contratti di compravendita, di successione o di donazione, poiché serve come riferimento per applicare, in percentuale, tutte le imposte indirette collegate a tale atto, quali ad esempio iva e imu.

Compravendita tra privati: quali sono le imposte?

Quando si effettua una compravendita di una casa, le imposte da pagare vanno calcolate in modo diverso a seconda del tipo di acquisto: da privato o da costruttore. Chi decide di acquistare da un privato (o comunque da un soggetto diverso dall'impresa costruttrice) potrà pagare le imposte di registro, che saranno interamente dichiarate nell'atto di compravendita.

Vendo casa: i 5 errori di chi lo fa senza l’aiuto di un’agenzia

Spesso si pensa che dire “vendo casa” e pubblicare degli annunci privati sia sufficiente per raggiungere l’obiettivo di vendere in modo rapido ed economico il vecchio immobile della nonna, la casetta al mare o l’appartamento diventato troppo piccolo per una famiglia che sta allargando il proprio nucleo.

Leggi anche...

Permuta della casa: sveliamone le caratteristiche

Cosa si intende per permuta di una casa? In sostanza, stiamo parlando dello scambio tra due soggetti di un bene immobiliare, ad esempio un appartamento. Grazie a questa forma di scambio è possibile cedere un appartamento al mare che non si utilizza più per diversi motivi, ed avere una casa in montagna dove si desidera trascorrere delle giornate rilassanti.

Leggi anche...

Bollettino MAV: cos’è e come pagarlo, segui la nostra guida

bollettino mav

Che cos'è? Il MAV è l’acronimo di Pagamento Mediante Avviso. Il Mav è un bollettino il cui pagamento segue una procedura interbancaria standard. 

Go to Top