A2A Energia è un sinonimo di semplificazione per molte piccole preoccupazioni della nostra vita. Attraverso i suoi sportelli A2A Energia mette a disposizione dei clienti un efficiente servizio operativo ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla settimana, utile per terminare le operazioni commerciali o per richiedere le più varie informazioni.

I clienti già iscritti sul portale miservi.it potranno, tra le altre cose, utilizzare l’id user e la password già in loro possesso, senza il bisogno di registrarsi ulteriormente. Tuttavia, alcuni dei servizi online di A2A Energia sono ancora disponibili da tutti, anche non registrati: il servizio di autolettura, per esempio, richiede semplicemente di inserire il codice fornitura delle bollette per attivarsi.

Pagare le bollette online

Il pagamento delle bollette su A2A Energia può effettuarsi in diversi modi. Il cliente è dunque libero di scegliere la soluzione di pagamento a lui più congeniale, secondo le proprie capacità e le proprie necessità. Si possono pagare le bollette, innanzitutto, tramite il servizio online versando gli importi necessari con la carta di credito. Le commissioni di pagamento riportano una spesa pari a due euro e le carte di credito abilitate sono unicamente quelle emesse in Italia da Visa, American Express e Mastercard. Grazie allo sviluppo delle ultime tecnologie, si possono pagare queste cedole anche tramite il proprio smartphone grazie all’app gratuita Up Mobile di Banca Sella. Su Internet sono spiegati in modo semplice e chiaro i passaggi da compiere se si vuole utilizzare quest’opzione di pagamento.

Altri sistemi per pagare le bollette

Quindi, andiamo a vedere gli altri sistemi di pagamento delle bollette: si può sicuramente richiedere la domiciliazione delle bollette, cioè permettere alla propria banca e all’ente interessato di addebitare quanto dovremmo versare direttamente sul nostro conto corrente. Anche tramite le ricevitorie Sisal, almeno sei giorni alla settimana, è possibile pagare le bollette di luce e gas: basta esibire il talloncino allegato solitamente alle bollette e ritirando, al termine del pagamento, la propria ricevuta Sisal.

Con questa soluzione si paga un ulteriore costo di commissione di 1,55 euro. Non bisogna poi dimenticare la chance legata ai supermercati e agli ipermercati Coop: in questa sede basterà, invece, esibire alla cassa il codice a barre presente sul bollettino che abbiamo ricevuto. Le bollette passate allo scanner, di conseguenza, verranno “conteggiate” insieme al resto della nostra spesa. Il servizio offerto dalla Coop ha un costo di commissione pari a un euro, ma è disponibile esclusivamente per importi inferiori a un totale di millecinquecento euro per ogni transazione.

Le ultime offerte dell’azienda

Mancano pochi giorni per arrivare alla scadenza dell’offerta promossa da A2A per avere dei grandi vantaggi. Su una famiglia di cinque persone, è stato calcolato un risparmio di circa 70 euro annuali con notevoli vantaggi sulla fornitura di gas ed energia elettrica. Si possono attivare entrambe le offerte o scegliere soltanto una tra le due in promozione.
Per cercare di risparmiare, è notevolmente aumentato il fronte delle offerte e promozioni per luce e gas: d’altronde avere sul mercato più servizi può essere un valida opzione per offrire prezzi vantaggiosi e più concorrenziali. Ora i cittadini infatti cercano dove possono più risparmiare e i grandi operatori e utilities sono attenti su questo fronte per attrarre sempre più clienti. Dall’elettricità al telefono, spesso ci sono in promozione servizi abbinati che possono consentire un risparmio maggiore ai cittadini o utenti.

Tavoli di confronti per arretrati non pagati

E’ storia recente di attivisti dell’associazione “Diritti per tutti” che hanno bloccato la palazzina di Brescia dell’azienda perchè sono state staccate le utenze a una famiglia che non riusciva più a pagare la somma della cedola. Gli attivisti hanno spinto l’azienda a riattivare il servizio proponendo un tavolo di confronto con le istituzioni. Sebbene fosse favorevole, l’azienda ha detto che devono essere gli Enti Locali ad affrontare in primis questa situazione sociale, istituendo tavoli o conferenze alle quali partecipare. Il problema della morosità si può ampliare a tutto l’ambiente casa: gli affitti non pagati non sono le uniche quote che le famiglie non riescono a versare, visto che anche il peso delle bollette e della spesa quotidiana sta diventando insostenibile. Proprio per questo si è arrivati alla morosità incolpevole, ossia il non riuscire a pagare per cause di forza maggiore.
Sul tema delle utenze staccate, una recente sentenza del Tribunale di Torino ha dichiarato che in un lotto condominiale non si possono disattivare i servizi perchè questo va contro i diritti fondamentali della persona, che sono più importanti di quelli patrimoniali.

 

 





Potrebbe interessarti

Tipi di contratti di affitto: conosci vantaggi fiscali e oneri

Attualmente, se si vuole prendere in affitto un locale adibito ad abitazione, è necessario sottoscrivere un contrattocon il padrone di casa o con l'organizzazione proprietaria dell'immobile.

Leggi tutto...

Comodato d'uso a titolo gratuito

Il comodato d'uso di immobile rappresenta una forma di contratto di locazione con cui è possibile prendere in consegna un immobile per un periodo di tempo determinato, con il dovere di riconsegnarlo al proprietario.

Leggi tutto...

Locazione uso foresteria: scopriamo i vantaggi

 

Con il contratto di locazione ad uso foresteria una società per capitali prende in affitto un’abitazione ad uso dei suoi dipendenti.

Leggi tutto...

Deposito cauzionale affitto

Il deposito cauzionale (o cauzione) viene richiesto dal proprietario che affitta all'inquilino come garanzia per le obbligazioni assunte all'interno del contratto di locazione; esso nello specifico assicura il pagamento dei canoni e la buona conservazione dei locali. Rientra dunque nelle dinamiche dei diritti e dei doveri dell'inquilino e del proprietario.

Leggi tutto...

Locazioni transitorie: condizioni, durata e rinnovo

Le locazioni transitorie si effettuano quando il proprietario o l'inquilino hanno la necessità di affittare momentaneamente un alloggio. La natura transitoria va dichiarata nel contratto e quella dell'inquilino va accertata attraverso una documentazione specifica da allegare al contratto stesso.

Leggi tutto...

I più condivisi

Plusvalenza nella vendita della prima casa: info e dettagli

Nel caso di acquisto della prima casa, è prevista una serie di agevolazioni: l’imposta di registro è al 3% del valore; l’imposta ipotecaria corrisponde a 168,00 €; anche l’imposta catastale corrisponde a 168,00 €. Nel caso di vendita della prima casa, così come avviene per tutti gli immobili, per plusvalenza della prima casa si intende l’aumento di valore realizzato entro un determinato periodo di tempo.

Leggi tutto...

Calcola il mutuo online: conosci questi strumenti?

Sono disponibili molti siti e portali che mettono a disposizione la funzione "Calcola il Mutuo online": si tratta di software che prendono in considerazione tutti i parametri necessari per dare una stima (o previsione) dell'importo della rata mensile del piano d'ammortamento.

Leggi tutto...

Il tasso misto applicato ai mutui

L’acquisto di un immobile e la conseguente richiesta di un mutuo, comporta un’attenta valutazione e analisi delle varie offerte proposte dagli istituti di credito. L’aspetto fondamentale da tenere in considerazione prima della sottoscrizione, è sicuramente dato dalla scelta del tasso d’interesse che verrà applicato al piano di ammortamento.

Leggi tutto...

Vendita prima casa

Cosa succede al momento della vendita della prima casa? Si tratta di un passaggio molto importante e burocraticamente significativo: le insidie in casi del genere si nascondono dietro ogni cavillo contrattuale, e bisogna conoscere tutte le norme e i fattori che entrano in campo al momento della vendita della casa.

Leggi tutto...

Plusvalenza della seconda casa, come procedere?

Per plusvalenza si intende l’aumento del valore di un immobile verificatosi nel tempo trascorso fra acquisto e vendita. Dal punto di vista fiscale, si considera questo aumento di valore come indice di una maggiore capacità contributiva, che viene tassato attraverso imposte dirette. Oltre alla vendita della prima, si applica la plusvalenza sulla seconda casa. Ecco come calcolarla.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Diritto di prelazione immobiliare

La prelazione è il contratto col quale, a parità di condizioni, una parte attribuisce all'altra il diritto a essere preferito a terzi. La prelazione può essere:

Leggi tutto...

Leggi anche...

Quali sono le tende da sole migliori per la casa

Quando si ha la necessità di proteggere dai raggi del sole un giardino, una terrazza o un balcone, il ricorso alle tende da sole è pressoché inevitabile, soprattutto nel corso della stagione estiva. Al di là della loro funzione pratica, esse contribuiscono a definire l'aspetto estetico del contesto in cui vengono applicate, anche perché sono disponibili in una grande varietà di modelli e di soluzioni.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Subentro acqua: cosa fare per la disdetta?

Per effettuare la disdetta del contratto di fornitura dell'acqua, è necessario che il cliente si presenti, con l'ultima bolletta ricevuta, presso l'ufficio della società titolare, per sottoscrivere il relativo modulo.

Leggi tutto...
Go to Top